9°Edizione Tesori della Laguna

Sabato 17 e Domenica 18/06 si è svolta la 9° edizione dei Tesori della Laguna Veneta organizzata dal Maverick NautiClub di Padova allo scopo di far conoscere le bellezze di questa incomparabile laguna. Sabato mattina, 18 gommoni con equipaggi provenienti da ogni dove si sono ritrovati in quel di Fusina ed hanno mollato gli ormeggi per visitare la Remiera della Giudecca dove, grazie alla disponibilità dei responsabili, abbiamo potuto apprendere gran parte dei segreti delle gondole da regata, caorline, topi e bragozzi. Terminata la visita, la numerosa ciurma è stata rifocillata ad abundantiam nel locale messo gentilmente a disposizione dall’associazione Remiera. Alle 14.00 partenza per l’isola di San Lazzaro degli Armeni dove abbiamo visitato il Monastero e appreso le tristi vicende che hanno decimato il popolo armeno. Una breve navigazione ci ha poi condotti al Rio dell’Arsenale dove siamo stati ospiti di un piccolo laboratorio artigianale di ceramica, quindi, la flotta dei gommoni ha fatto rotta su Burano, Torcello e, dopo aver risalito un breve tratto del fiume Dese, è approdata in zona Tessera presso i pontili del ristorante Country House per trascorrere la serata. Allestito il campo notte su gommoni e tende a terra, è stata la volta della cena, momento in cui ci siamo sentiti ospiti più in terra genovese che veneziana, ovvero, tante ciacole ma poco strudel. Una nota di gossip: nel pomeriggio presso il  Mariott Venice Resort sull’Isola delle Rose si è svolto il tanto decantato matrimonio tra Alvaro Morata e Alice Campello; la cerimonia da noi è passata praticamente inosservata causa il contemporaneo fidanzamento ufficiale tra un grosso, ripeto grosso, nome della gommonautica italiana con l’affascinante armatrice del Cab Gommonzina… Le nostre più fervide felicitazioni alla coppia anche se, causa privacy, non ci è possibile esibire le foto dell’evento.

Domenica 18: ringalluzziti dal riposo notturno, un pò meno dalla qualità della colazione, partenza per l’isola di Torcello; la prima parte della navigazione procede a lento moto e con qualche patema d’animo per non finire in secca a causa della siccità e della bassa marea, ma il tutto va a buon fine se si eccettua un lieve insabbiamento dello Zar di C. B. (privacy) detto il re del Noncello (poca privacy); lui si è discolpato dicendo di essere stato distratto dall’apparizione di una sirena, la moglie ed il resto dell’equipaggio però non hanno confermato… Ormeggiati i gommoni con una breve passeggiata si arriva alla Casa Museo Andrich, dove il simpaticissimo Paolo Andrich ha saputo illustrare in modo superbo sia la formazione della laguna, sia la turbolenta vita dello zio, grande artista di pennello, ceramiche e, molto altro… La casa è una vera esposizione d’arte e merita di essere visitata almeno una volta nella vita. Al termine della visita abbiamo preso posto al ristorante Al Trono di Attila dove abbiamo potuto gustare un meraviglioso risotto ai frutti di mare seguito da ottimo pesce freschissimo, il tutto condito con la simpatia di tutto il personale. A questo punto i giochi erano praticamente fatti e qualcuno ha preso la via di casa, mentre qualcun altro ha trovato il tempo di fare un bagno a due passi dal Mose. Grazie, grazie a tutti i partecipanti ed al Maverick Nauticlub che non finisce mai di offrire esperienze sempre nuove ed interessanti… un grazie di cuore a tutti per la simpatia e l’affetto che, una volta ancora, mi avete dimostrato… Quasi dimenticavo, per non farmi sentire solo, questa volta era presente anche il Gruppo Vacanze Piemonte al gran completo… Giovanni

 

9^ Edizione dei Tesori della Laguna 004 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 005 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 007 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 008 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 009 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 010 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 015 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 027 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 031 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 033 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 036 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 043 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 044 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 047 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 049 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 053 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 060 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 080 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 082 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 086 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 092 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 096 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 099 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 107 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 110 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 117 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 119 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 126 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 169 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 192 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 193 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 195 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 196 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 233 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 263 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 271 9^ Edizione dei Tesori della Laguna 284

 

 

CINQUE TERRE E NON SOLO

Quest’anno, durante il ponte del 2 Giugno, sulla Riviera Ligure delle Cinque Terre ha brillato un raggio di sole in più.
Era il sorriso dei partecipanti alla gita in gommone organizzata dai due club di gommonauti “Maverick” e “Il Gabbiano”.
L’assalto al villaggio turistico “Iron Gate Marina 3B” di Sarzana è iniziato già dal giovedì sera, quando alla spicciolata hanno cominciato ad arrivare i primi equipaggi.
Tutti un po’ stanchi per il viaggio ma carichi di entusiasmo e di aspettative per il fine settimana che ci avrebbe portati, a bordo dei nostri gommoni, a scoprire le meraviglie della costa ligure.
Il venerdì di buon mattino i primi comandanti già erano intenti a posizionare i loro mezzi in acqua.
Alle 14:30 il pontile era tutto un brulicare di voci, colori, sorrisi, borse che passavano da una mano all’altra, frigoriferi portatili pieni di ogni ben di Dio.
A questo punto mancava solo il via per partire.
Entusiasti i veterani per la felicità di ritrovarsi ancora una volta a guidare i loro gommoni e altrettanto emozionati amici e parenti che per la prima volta provavano quell’esperienza.
La curiosità iniziale si è trasformata pian piano in soddisfazione e gioia non appena, percorso il fiume, ci siamo ritrovati in mare aperto e, leggeri e veloci come gabbiani, potevamo quasi volare sopra le onde con lo straordinario spettacolo della costa che scorreva davanti ai nostri occhi.
La giornata era splendida e il mare non particolarmente mosso quindi in breve tempo siamo arrivati a Porto Venere: piccola perla incastonata nella montagna.
Ormeggiati i gommoni, ci siamo avviati a piedi verso la Chiesa di San Pietro, il punto più panoramico. Meraviglioso lo scenario. Luogo ideale per una foto di gruppo.
Chi per un gelato, chi per una bibita abbiamo invaso i locali del piccolo borgo. Del resto non potevamo certo passare inosservati, per l’allegria che ci contraddistingue ma anche perché, l’arrivo di ben 63 persone in 11 gommoni del gruppo “Maverick” e 45 persone in 6 gommoni del gruppo “Il Gabbiano”, non è certo cosa di tutti i giorni.
Così, mentre le bandiere con i loghi dei due gruppi sventolavano colorando il piccolo porto, i nostri schiamazzi e le nostre battute risuonavano nell’aria portando una ventata di spensieratezza. Per concludere la giornata di mare non poteva mancare un bagno per i più coraggiosi.
Bellissima l’idea degli organizzatori (Mario ed Emanuela per il Maverick e Walter per Il Gabbiano) di ordinare la pizza a metro per la serata, così da poter mangiare tutti assieme. Anche qui abbiamo scombussolato la tranquilla vita del campeggio portando sedie e tavoli nella zona bungalow per stare in compagnia.
Il giorno successivo ci aspettavano le splendide Cinque Terre (Patrimonio dell’Unesco e Parco marino protetto) quindi partenza di buon mattino.
La giornata era splendida, senza una nuvola, ci siamo trovati in un mare ancora più tranquillo del giorno prima, cosa che ha fatto molto piacere ai nostri comandanti che hanno subito dato fiato ai motori.
Ad un certo punto del tragitto, meraviglia delle meraviglie, abbiamo avvistato un branco di tre delfini.
Pochi istanti ma sufficienti per assaporare tutta la magia di quel momento. Purtroppo non tutti sono riusciti a vederli perché il rombo dei motori e i nostri strumenti di bordo li hanno disturbati.
Dopo aver ammirato dal mare la bella baia di Monterosso e la sua spiaggia ci siamo avvicinati, a velocità ridotta come prescritto, alla nostra prima meta: Vernazza.
I gommoni più grandi hanno fatto la spola per far sbarcare tutti in quanto l’attracco risultava difficile date le ridotte dimensioni del porticciolo. Il paesino era sovraffollato ma le nostre t-shirt color turchese spiccavano anche lì.
Suggestiva la veduta della torre e del castello dal mare. Il paese avrebbe meritato una visita più accurata ma, come al solito in questi casi, il tempo è tiranno.
Visti i primi segnali di squilibrio dovuti alla fame abbiamo deciso di ritornare a bordo e sistemarci per il pranzo. Se fino ad ora avevamo scherzato, adesso si faceva sul serio. Un ristorante forse era meno fornito di noi. Passavano di mano in mano, da un gommone all’altro: pane, fette di salame, forme di formaggio, focacce liguri e dolci fatti in casa, prosecco e bibite.
Tempo splendido, visi soddisfatti, pance piene e battute sempre pronte, cosa si può chiedere di più?
Per concludere la giornata un passaggio veloce per ammirare gli altri tre borghi e naturalmente un bagno.
Purtroppo la conformazione della costa non facilita l’attracco di mezzi grandi ma la vista dal mare rimane comunque uno spettacolo impareggiabile.
Ancora una volta il gommone regala emozioni, amplificate dal poter dividere questi momenti con altre persone.
Per la domenica le previsioni non erano molto buone perciò la cena al ristorante del campeggio coronava la nostra avventura.
Che dire per concludere!
Più di tante parole bastava guardare i volti delle persone, stanchi e scottati dal sole ma con il sorriso della festa, quella che solo la condivisione può creare; perché sì, una corsa a tutto motore, un tuffo o un panino diventano migliori se si assaporano insieme.
Alla prossima volta allora, magari con un gommone diverso e un anno in più ma sempre con lo spirito di “gommonari” che amano condividere le cose semplici.
Un grazie ai nostri club, agli organizzatori, al campeggio e soprattutto sempre grazie a chi ci ha donato il mare che ci accomuna e permette tutto questo.

Week End 5 Terre 006 Week End 5 Terre 008 Week End 5 Terre 025 Week End 5 Terre 043 Week End 5 Terre 068 Week End 5 Terre 082 Week End 5 Terre 084 Week End 5 Terre 085 Week End 5 Terre 088 Week End 5 Terre 089 Week End 5 Terre 091 Week End 5 Terre 121 Week End 5 Terre 124 Week End 5 Terre 130 Week End 5 Terre 142 Week End 5 Terre 152

12° EDIZIONE LAGUNABILE

Domenica 21 maggio si è svolta la dodicesima edizione della lagunabile del Maverick Nauticlub.
Le associazioni partecipanti erano il Glicine, l’A.N.P.H.A, il Ceod, il Portico, Ass. Autismo Padova, Prader Willi e la Cooperativa Magnolia. Quest’anno si sono uniti a noi alcuni amici dei Gommonauti del Prosecco che hanno ospitato l’associazione Oltre l’indifferenza e ANFFAS ONLUS. La partenza è avvenuta dalla darsena di Fusina, dove il ritrovo era previsto per le ore 10. Dopo aver dato il benvenuto agli ospiti e ai loro accompagnatori, circa 35 gommoni scortati dalla Guardia Costiera hanno percorso ordinatamente il canale della Giudecca per passare davanti a San Marco, puntare le prue verso Forte Sant’Andrea, virare quindi per l’Isola delle Vignole ed incrociare nuovamente il canale della Giudecca. Il gruppo si è diretto verso l’isola di San Clemente ed è rientrato a Fusina.
Qui gli Alpini, aiutati dalle mogli di alcuni soci, si sono prodigati per preparare un ottimo pranzo e sfamare le 350 persone presenti. Una volta rifocillati, il Direttivo ha ringraziato tutte le associazioni partecipanti, gli amici del Prosecco, gli Alpini, la Capitaneria di Porto, la Darsena di Fusina e tutti quanti si sono impegnati per l’ottima riuscita di questa giornata, che come ogni anno ci rende orgogliosi e felici di poter donare una giornata fuori dal comune ai ragazzi delle associazioni e ai loro accompagnatori.

DSC_5027 DSC_5035 DSC_5036 DSC_5098 DSC_5110 DSC_5119 DSC_5169 DSC_5178

15a Edizione Osterie di Chioggia e dintorni

Il 26 Marzo si è svolta, nella splendida laguna veneta, la 15a Edizione Osterie di Chioggia e dintorni che, anche quest’anno, ha accolto la partecipazione sempre più alta di appassionati, soci, amici e simpatizzanti.
Quasi 280 gli iscritti, ma le previsioni meteo poco incoraggianti hanno fatto desistere qualche partecipante. Per fortuna il sole ha accompagnato le 250 persone, a bordo di 35 gommoni, che si sono ritrovate la domenica mattina presso la darsena di Fusina. Terminato il briefing dei comandanti, la manifestazione ha avuto inizio navigando verso il primo punto di ristoro: il ristorante I Pescatori a Pellestrina, dove un ricco buffet composto da antipasti, primi piatti e stuzzichini vari attendeva i partecipanti.
Alle 12.30 i gommoni hanno ripreso la navigazione in direzione Chioggia, più precisamente Punta Poli, dove, con sorpresa dei partecipanti, c’era ad attenderli una motonave Deltatour. A bordo della motonave sono stati serviti un antipasto, una frittura mista e una gradita porzione di fragole. Qui Don Massimo si è unito alla comitiva e, come di consueto, ha benedetto le imbarcazioni e gli equipaggi.
Terminati i secondi, il gruppo è ripartito per raggiungere la terza ed ultima tappa della giornata, il Baruffino, in piazza Vigo a Chioggia, dove sono stati consumati caffè, liquori, i dolci preparati per l’occasione dai partecipanti e un uovo di cioccolato di 10 kg, per la gioia di tutti i bambini.
Mollati gli ormeggi, il gruppo è rientrato a Fusina per i saluti e le operazioni di alaggio.

15^ edizione Osterie di Chioggia e D'intorni 090 15^ edizione Osterie di Chioggia e D'intorni 124 15^ edizione Osterie di Chioggia e D'intorni 134 15^ edizione Osterie di Chioggia e D'intorni 018 15^ edizione Osterie di Chioggia e D'intorni 012 15^ edizione Osterie di Chioggia e D'intorni 00815^ edizione Osterie di Chioggia e D'intorni 028 15^ edizione Osterie di Chioggia e D'intorni 106 15^ edizione Osterie di Chioggia e D'intorni 136